La tomografia computerizzata (TAC) si basa sull’uso dei raggi X. I domini della diagnostica TAC sono i cambiamenti acuti nel cervello, la diagnostica di emergenza e traumatologica, così come le malattie del torace e dell’addome, dei vasi e delle ossa.
Oltre all’uso primario stabilito della TAC, ad esempio per la diagnosi di tumori nel torace e nell’area addominale, la TAC è in molti casi un’alternativa e un ulteriore strumento di esame per restringere meglio la diagnosi.

Preparazione per la tomografia computerizzata:

In alcuni casi è necessario essere a digiuno per qualche ora prima dell’esame. Sarete già informati al momento della registrazione.

  • Controllate la vostra lista di farmaci e diteci in particolare se state assumendo farmaci per la tiroide o per il diabete.
  • Informateci su eventuali operazioni già effettuate nell’area in esame.
  • Si prega di portare con sé il passaporto delle allergie.
  • Se avete ancora delle immagini preliminari a casa che riguarda l’area d’indagine portatele con voi il giorno dell’esame.

 

Ecco come procede la TAC

SSiete pregati di compilare il questionario. Lo trovate qui sotto o da noi in studio.
Leggetelo attentamente. Verrete accompagnati da uno specialista e discuterete il questionario insieme. Vi sarà chiesto di indossare una camicia usa e getta, che vi forniremo noi. Gli effetti personali sono conservati in modo sicuro nello spogliatoio chiudibile a chiave. Di solito l’esame richiede 10 fino a 20 minuti. Per gli esami del torace e dell’area addominale riceverà istruzioni per la respirazione. Queste istruzioni le discuterà lo specialista di radiologia insieme a lei. Per una TAC renale si dovrebbe calcolare tra i 20 e 30 minuti. Spesso viene fatto una seconda TAC dopo 20 minuti che ha ricevuto il mezzo di contrasto.

 

L’uso del mezzo di contrasto orale/rettale

Per la valutazione del tratto gastrointestinale e la cavità addominale è spesso necessario di bere il mezzo di contrasto e/o un clistere nel retto. Per il mezzo di contrasto orale sarete pregati ti venire 1 ora prima della TAC.
Per una migliore qualità dell’esame si dovrebbe distribuire e bere il mezzo di contrasto in modo uniforme per un’ora. Il mezzo di contrasto non viene assorbito dall’intestino ma viene trasportato in avanti. Non è necessario prestare attenzione a nulla per il clistere nel retto. Viene somministrato poco prima dell’esame. Il mezzo di contrasto viene somministrato in modo che, ad esempio i disturbi del passaggio possono essere meglio valutati o l’intestino può essere meglio distinto dagli altri organi.

Effetti collaterali: In rari casi può verificarsi una diarrea.

 

L’uso di mezzo di contrasto endovenoso

Il mezzo di contrasto endovenoso viene utilizzato per visualizzare i vasi e il flusso di sangue negli organi.
Il mezzo di contrasto è una sostanza contenente iodio ed è molto importante per una diagnosi precisa nella maggior parte degli esami. L’uso è raccomandato per ogni esame da parte del radiologo responsabile. In casi molto rari, l’applicazione via endovenosa può causare prurito, eruzioni cutanee, starnuti e difficoltà di deglutizione. Questo non è pericoloso. Dopo una somministrazione endovenosa di mezzo di contrasto è consentito guidare un veicolo o lavorare. Vi consigliamo di bere molta acqua dopo l’esame, cosi il mezzo di contrasto passa attraverso il rene e viene eliminato.
Importante: Informateci in caso di gravidanza, diabete mellito, ipertiroidismo o malattie renali.

Allergia al mezzo di contrasto

Informate il vostro medico di famiglia e noi se ha un’allergia al mezzo di contrasto.
Nel caso di intolleranze al mezzo di contrasto o di allergia allo iodio, non viene somministrato alcun mezzo di contrasto o solo dopo un precedente screening con farmaci antiallergici.
Attraverso questa preparazione si può ridurre notevolmente il rischio di un’allergia al mezzo di contrasto.

 

Effetti collaterali

I mezzi di contrasto sono generalmente molto ben tollerati e non ci sono praticamente reazioni ai mezzi di contrasto orali.
In casi molto rari, l’applicazione via endovenosa può causare prurito, eruzioni cutanee, starnuti e difficoltà di deglutizione.
Gli effetti collaterali come il collasso circolatorio sono estremamente rari.
Il rischio di una grave reazione allergica è di circa 1:100.000 e abbiamo il farmaco d’emergenza appropriato pronto all’uso per ogni caso.

 

Dose di radiazioni

I raggi X sono necessari per acquisire le immagini. La dose è determinata dall’esame appropriato e viene adattato alla vostra costituzione fisica. Numerosi algoritmi di calcolo a basse dosi ci permettono di indagare in modo efficiente con dosi molto ridotte. La dose di radiazioni dei vari esami viene controllata e valutata dai fisici medici e accertato dal ufficio federale per assistenza sanitaria (BAG).

 


Questionario

TedescoDownload PDF IngleseDownload PDF AlbaneseDownload PDF
ItalianoDownload PDF PortogheseDownload PDF